BIRTHRIGHT #1 – RITORNO A CASA (WIALLIAMSON, BRESSAN, LUCAS)

Birthright_vol01_cover_LOW-RGB [www.imagesplitter.net]Birthright nasce da un’idea dello sceneggiatore Joshua Williamson e del disegnatore Andrei Bressan. Il piccolo Mikey Rhodes sta giocando al parco con suo padre Aaron quando improvvisamente scompare nel nulla, lasciando la sua famiglia distrutta. Dopo un anno, l’FBI ha delle novità: gli agenti hanno fermato un uomo possente, vestito come un guerriero fantasy, che dice di essere Mikey.
Da poliziesco, Birthright si trasforma così in fantastico. Grazie a degli efficaci flashback scopriamo che Mikey è stato condotto a Terrenos, una dimensione dove il tempo scorre più velocemente. I personaggi principali, i Rhodes, sono ben caratterizzati: ciascuno ha un’indole ben definita, e agisce in base ad essa.

È ancora difficile dare un giudizio sulla serie. Ritorno a casa è un volume abbastanza avvincente e originale da spingere a proseguire la lettura, anche se forse svela troppe cose in una volta sola. I dialoghi asciutti e realistici rendono la storia godibile; dal punto di vista grafico, il mondo di Terrenos è concepito secondo un gusto fantasy classico ma non banale. Il tratto pulito di Bressan, reso spettacolare da una sapiente inchiostratura e dai colori saturi di Adriano Lucas, è adatto a questo urban fantasy.
Birthright potrebbe essere la boccata d’aria fresca necessaria nel catalogo della , dove spesso sono le storie horror a farla da padrone. Per ora non resta che seguire le gesta di Mikey, e vedere se la profezia del successo di questa serie diventerà realtà.

[Articolo pubblicato su Lo Spazio Bianco il 6/11/2015]

mic [www.imagesplitter.net]

 

Precedente “LA SCIMMIA DI HARTLEPOOL”, DI WILFRID LUPANO E JÉRÉMIE MOREAU: LA RECENSIONE Successivo SAGA #5 (VAUGHAN, STAPLES)

2 thoughts on “BIRTHRIGHT #1 – RITORNO A CASA (WIALLIAMSON, BRESSAN, LUCAS)

    • donnafumetto il said:

      Sempre in ambito Saldapress, sembra interessante anche l’anteprima-omaggio del
      primo episodio di “Trees”. Urge correre in fumetteria! 😀

I commenti sono chiusi.