DYLAN TOP, INDAGATORE DA INCUBO

La variant di Topolino 3094
La variant di Topolino 3094

Ormai anche i muri sanno che su Topolino 3094, uscito l’11 marzo, è presente una storia molto speciale intitolata Dylan Top in: l’alba dei topi invadenti. Si tratta di una parodia-omaggio del Topo più famoso del mondo a un personaggio altrettanto celebre, Dylan Dog, ispirata alla storia d’esordio dell’investigatore di Craven Road: L’alba dei morti viventi (titolo che a sua volta richiama La notte dei morti viventi, film cult di George Romero). Un’idea intrigante, ma certo non facile da realizzare. Com’è stato possibile conciliare le cupe atmosfere horror con l’universo disneyano?

Roberto Recchioni, attuale curatore (e talvolta sceneggiatore) della serie di Dylan Dog, ha trovato la soluzione. Per il soggetto di Dylan Top ha sostituito i terrificanti zombi della storia originale con una nuova e divertente minaccia: i “topi invadenti”, appunto. La sceneggiatura è invece opera dell’esperto fumettista Tito Faraci, autore – fra le altre cose – di varie storie per Dylan Dog e Topolino. Proprio perché ha lavorato con entrambi i personaggi, Faraci è stato capace di notare le insospettabili somiglianze fra i due detective. Significativa la frase di Minni, che alla domanda di Dylan Top “Cosa sai di me?” risponde “So che ti occupi di misteri… hai un assistente strampalato… e il tuo migliore amico è un commissario, affiancato da un ispettore babbeo!” . Infine a occuparsi dei disegni è stato Paolo Mottura, altro autore “a cavallo” fra Bonelli e Disney (sua la mano dietro a Il bottone di madreperla, storia di Barbara Baraldi pubblicata su Dylan Dog Color Fest 9). Un cast d’eccezione, insomma, con tutti i numeri in regola per realizzare una parodia senza precedenti.

dylantop2

A chiedere l’aiuto di Dylan Top, “Indagatore da incubo”, è ovviamente una fanciulla in difficoltà. Al posto di Sybil Brownig troviamo Minni, che la notte precedente ha ricevuto una visita sgradita da parte del suo ex-fidanzato Topesio. La ragazza racconta di essere stata spaventata dallo strano comportamento dello spasimante, tanto fastidioso che è stata costretta a liberarsene con una sonora padellata sul muso, e chiede a Dylan (affiancato dal suo assistente Pippo) di indagare in proposito. Gli indizi portano ad Uninvited, sperduta località di campagna dove stanno avvenendo inquietanti fenomeni…

L’alba dei topi invadenti è una fedele riproduzione della storia di Tiziano Sclavi e, al tempo stesso, un’originale avventura stile Disney. Forse non sarà un racconto memorabile, ma è comunque una lettura obbligata per gli amanti di questi due protagonisti del fumetto italiano. Si potrebbe definire come un divertissement degli autori, che sono stati capaci di trasmettere l’entusiasmo speso in questo progetto.
Il tono è di costante equilibrio tra l’ammirazione per Dylan Dog e l’affettuosa presa in giro dei suoi celebri cliché narrativi come il clarinetto, il “quinto senso e mezzo” e il “diamoci del tu” col quale l’investigatore rompe sempre il ghiaccio. La narrazione si regge su una serie di gag (in gran parte di Pippo, adattissimo nel ruolo di Groucho), più svariate citazioni sapientemente declinate nel contesto. Alcune trovate, come il puzzle che sostituisce il modellino del galeone nello studio di Dylan, sono geniali; preferisco non spiegare qui il perché, né togliervi il piacere di cercare ogni particolare nascosto fra le pagine.  Interessante il disegno di Mottura, che riprende le inquadrature di Angelo Stano: attraverso i tratteggi e un uso massiccio del nero, riesce a coniugare con successo horror e comicità.

IMAG0004

Chiudo con una piccola chicca per i collezionisti incalliti: è disponibile una variant cover di Topolino 3094, al prezzo di 5 euro. Tale edizione è stata presentata in anteprima al Cartoomics 2015 ed è esclusiva per le fumetterie. Si tratta di un volume semi-rigido stile Bonelli, la cui illustrazione rimanda alla storica copertina realizzata da Claudio Villa per L’alba dei morti viventi. Un piccolo gioiello che, scommetto, saranno in pochi a lasciarsi scappare.

Precedente “SAM ZABEL E LA PENNA MAGICA”, DI DYLAN HORROCKS: LA RECENSIONE Successivo "LA GUARDIA DEI TOPI - INVERNO 1152", DI DAVID PETERSEN: LA RECENSIONE

One thought on “DYLAN TOP, INDAGATORE DA INCUBO

I commenti sono chiusi.