“K.O. A TEL AVIV”: LA NORMALITÀ SURREALE DI ASAF HANUKA

Asaf_Hanuka-_K.O._Tel_Aviv.jpg.scaled500

Asaf Hanuka: 41 anni, israeliano, fumettista. Vive con la famiglia a Tel Aviv, la sua città natale, dove lavora come insegnante d’illustrazione e fumetti. Asaf, inoltre, collabora con numerosi giornali come Forbes, New York Times, Rolling Stones e altri ancora. Ha un fratello gemello, Tomer, anch’esso illustratore di fama internazionale; assieme hanno realizzato il comic book sperimentale Bipolar e hanno collaborato alle illustrazioni animate di Valzer con Bashir, il pluripremiato documentario diretto da Ari Folman. Eppure, se escludiamo gli utenti di internet più “navigati”, il nome di Asaf Hanuka non era molto noto nel nostro paese. Almeno fino ad oggi.

Recentemente, infatti, è uscito in Italia K.O. a Tel Aviv. Il volume costituisce la prima raccolta delle tavole apparse su The Realist, blog autobiografico di Asaf Hanuka, che l’autore aggiorna a cadenza settimanale. Di pagina in pagina, Hanuka dispensa pillole di ordinaria quotidianità: le difficoltà della vita coniugale; l’impegno per essere un padre perfetto (o, per lo meno, uno che fa del suo meglio); la lotta continua fra scadenze lavorative e conti da pagare. Sullo sfondo una Tel Aviv sempre presente, più o meno discreta, uguale e allo stesso tempo diversa dalle altre metropoli sparse per il mondo. Una città spesso fragile e piena di contraddizioni che, vista attraverso lo sguardo disincantato del protagonista, spesso fa da specchio alle sue inquietudini. Le tavole di The Realist sono apparse anche sul mensile israeliano Calcalist; nel 2010, il progetto è valso all’autore la medaglia d’oro della Società degli Illustratori e il premio speciale della Communication Arts.

12970

Eccellente illustratore, Asaf Hanuka ha uno stile molto particolare: ironico, un po’ cinico e spesso surreale, quasi grottesco ma affascinante (a tratti, persino poetico). Con semplicità ed efficacia, talvolta ricorrendo a singole tavole corredate di scarne didascalie, l’autore mostra le paure e gli sforzi nascosti fra le pieghe della vita quotidiana. Tutto ciò senza mai rinunciare alla propria autoironia, perché Hanuka è irriverente prima di tutto – e tutti – nei confronti di se stesso.

K.O. a Tel Aviv è, in definitiva, un acquisto decisamente consigliato. Se non siete ancora convinti, potete trovare qui l’anteprima. Il volume ha un costo di 14 euro ed è edito da Bao Publishing. Una piccola curiosità: a luglio la casa editrice pubblicherà anche The Divine, scritto da Boaz Lavie e illustrato da entrambi i fratelli Hanuka.

I commenti sono chiusi.