LA GUARDIA DEI TOPI VOL. 4 – LEGGENDE (PETERSEN, AA. VV.)

mouse-guard-legends-1 [www.imagesplitter.net]Autunno 1154, Rocciacorteccia, una sera come tante. Nella taverna di June e Alley si tiene una gara durante la quale, al proprio turno, ciascun avventore racconta una storia. A decretare la migliore sarà l’ostessa, che impone tre regole: «niente verità assoluta. Niente invenzione assoluta e che sia per me una novità». In palio, un premio ambito da tutti i presenti.
Questo l’incipit de La Guardia dei Topi – Leggende, un’antologia di racconti che arricchisce ulteriormente l’universo fantasy creato da David Petersen. Quest’ultimo crea solo la cornice narrativa che unisce le storie, affidate ad un gruppo di artisti scelti da lui. Il volume è quindi uno spin-off de La Guardia dei Topi, che s’integra nel flusso narrativo della saga senza incrinarlo.
Il background degli autori è piuttosto vario: vi sono scrittori di storie fantastiche, come Jeremy Bastian e Ted Naifeh, ideatori di videogiochi (Alex Kain), illustratori di giochi di ruolo (Alex Sheikman, Nate Pride) e fumettisti professionisti quali Terry Moore, Gene Ha e Karl Kerschl.
Se il volume risulta tutto sommato coerente al mondo di Petersen, caratterizzato da una lettura scorrevole e con illustrazioni che esprimono al meglio l’atmosfera di ciascun racconto (come ad esempio l’adattamento de Il Corvo di Edgar Allan Poe ad opera di Jason Shawn Alexander, dai toni cupi e angoscianti), non è sicuramente un prodotto imprescindibile. Leggende è un’antologia gradevole, forse non indimenticabile, ma che i fan della saga possono apprezzare come un tassello in più del mosaico.

[Articolo pubblicato su Lo Spazio Bianco il 18/01/2016]

Mg - cop. interna

Precedente IN REAL LIFE (DOCTOROW, WANG) Successivo "IL CANE CHE GUARDA LE STELLE", DI TAKASHI MURAKAMI: LA RECENSIONE