Crea sito

“NONOSTANTE TUTTO”, IL CURIOSO CASO DI JORDI LAFEBRE

Molte storie finiscono con la frase “e vissero per sempre e felici e contenti”, ma non quella di Ana e Zeno: per loro, questo è solo l’inizio. Energico e amato sindaco di una piccola città piena di gabbiani lei, libraio giramondo un po’ scapestrato lui, li troviamo all’incipit del racconto ormai invecchiati e tuttavia simili a una giovane coppia d’innamorati, teneri e impacciati l’uno con l’altro. Curiosamente, quell’incontro sotto la pioggia è davvero il loro primo appuntamento. Ma com’è possibile, se sembrano conoscersi in modo intimo e profondo? E per quale motivo hanno trascorso una vita a cercarsi, distanti ma sempre legati da un filo invisibile che, a dispetto degli anni, ha continuato a tenere unite due esistenze all’apparenza lontanissime?

In Nonostante tutto Jordi Lafebre racconta una storia d’amore atipica, che va dalla fine al principio: man mano che si procede nella lettura dei capitoli, numerati in ordine decrescente da 20 a 1, si scoprono a ritroso nel tempo le vicissitudini che hanno portato i due protagonisti a quell’appuntamento rimandato per decenni. L’autore confeziona un meccanismo narrativo curato nel dettaglio: ogni capitolo rivela un frammento di storia in più, collegandosi a sua volta a un dettaglio del capitolo che, nel ribaltamento del normale svolgimento cronologico degli eventi, è contemporaneamente precedente e successivo all’istante cui il lettore assiste in un determinato momento. Il tutto raggiunge il suo apice nel delizioso capitolo finale, che chiude perfettamente il cerchio riallacciandosi all’inizio del volume, cioè a molti anni più tardi. Tant’è che, una volta arrivati alla fine/inizio della storia, si ha l’immediata tentazione di rileggere il fumetto in senso inverso. Anche se all’inizio l’impostazione dell’opera mi ha ricordato quella di Un’estate fa (fumetto anch’esso illustrato dall’artista spagnolo, ma sceneggiato dall’amico-collega Zidrou), il collegamento è scemato presto dal momento che nell’altro titolo vi sono dei salti temporali tra passato e presente completamente assenti in Nonostante tutto, che trae il suo punto di forza dallo svelare nuovi dettagli della storia pur andando rigorosamente “al contrario”.

Altra caratteristica insolita della storia di Ana e Zeno è di avere, nonostante tutto, uno spirito gioioso. La lontananza tra gli innamorati non assume mai toni drammatici: entrambi hanno vite piene e soddisfacenti, affetti, sogni da realizzare; tanto che le loro esistenze, nel corso della narrazione, si intrecciano con quelle di molti altri personaggi. I rovesci del destino, le responsabilità e le scelte di vita li hanno portati a seguire strade differenti, eppure i due mantengono negli anni un rapporto platonico fatto di lettere, chiamate e piccoli gesti quotidiani. Un legame quasi invisibile, con una nota malinconica di fondo ma incredibilmente dolce, che a differenza di molti amori resiste immutato allo scorrere del tempo, forse anche perché impossibile da concretizzarsi. Va detto che i protagonisti sono così presi da se stessi che sorge spontaneo notare come le persone a loro vicine, di fatto, si accontentino delle briciole: per quanto puro, il loro amore nasconde una certa dose di egoismo. Del resto, l’autore torna spesso a ribadire come i sentimenti, la logica e le circostanze che viviamo ci spingano a cercare di tenere il tutto in un equilibrio più o meno precario, a seconda dell’indole di ciascuno.

I disegni contribuiscono molto al fascino dell’opera. Il tratto di Lafebre, dalla linea morbida e sottile, dà vita a personaggi espressivi e ben caratterizzati che si muovono in ambienti vivaci e curati nel dettaglio, infondendo un incredibile realismo a ogni loro gesto. Le tavole sono scandite in vignette quadrate di dimensioni quasi sempre uguali, ricordando nel complesso una pellicola cinematografica o meglio ancora, pensando agli spazi bianchi delle pagine, un susseguirsi di fotografie istantanee. A completare il tutto provvedono i colori delicati, che nelle varie combinazioni si sposano bene con l’atmosfera di ciascun capitolo.

Nonostante tutto si fonda su un aspetto della realtà piuttosto comune: a volte due cuori innamorati non sono una condizione sufficiente affinché un rapporto funzioni, specie se la vita si mette in mezzo con i suoi imprevisti e i suoi tempi sbagliati; d’altro canto, però, esistono anche sentimenti che né gli anni né la ragione riescono ad addomesticare, e che liberano uno sciame di farfalle nello stomaco ad ogni età. Seppure a tratti un po’ troppo edulcorato per essere del tutto credibile, quello di Lefebre è uno slice of life poetico e brillante, capace di farsi leggere tutto d’un fiato. Un vero colpo di fulmine, che siate degli irriducibili romantici o meno.

Dettagli:
Nonostante tutto di Jordi Lafebre
Bao Publishing
Uscita: 11 febbraio 2021
152 pagine, cartonato, colori
20,00 €