“SIGH!”: QUANDO I SUPEREROI DECIDONO DI FARLA FINITA (IN TUTTI I SENSI)

Una premessa che forse mi renderà impopolare presso parecchie persone: non ho mai avuto un particolare debole per i supereroi. Ma il volume del quale sto per parlarvi (una delle curiosità che si potevano trovare a Lucca quest’anno) ha comunque attirato la mia attenzione.

Chi non conosce la famosa citazione di Ben Parker “da un grande potere derivano grandi responsabilità”? Dietro ai fisici scultorei e ai costumi sgargianti dei supereroi si nasconde una realtà non troppo rosea: il mestiere di paladino dell’umanità, alla lunga, risulta faticoso e snervante. Le grandi responsabilità cui ci si riferiva possono diventare insostenibili, anche per le possenti spalle dei vigilanti mascherati.

Consideriamo poi che i supereroi devono fare i conti con i loro super-problemi. Basti pensare all’infanzia poco felice di Batman: vedere i propri genitori uccisi sotto i tuoi occhi da bambino è quel genere di evento che solitamente, da adulto, si traduce in una lunga serie di visite dallo strizzacervelli. Per non parlare di Superman, che oltre al fatto di essere stato adottato deve fare i conti con la consapevolezza di essere l’unico kryptoniano rimasto in vita. E che dire della complicata vita sentimentale di Wolverine?

Ciò può spingere i giustizieri ad appendere il mantello al chiodo e farla finita, in tutti i sensi. Ma i supereroi sono individui superiori in tutto e per tutto, perciò compiere l’insano gesto non è così facile come per i comuni mortali: come fa un individuo potenzialmente invulnerabile a togliersi la vita?
A questa domanda ha risposto il collettivo editoriale Dr. Ink pubblicando Sigh!, acronimo che sta per Suicides and Immolations of the Greatest Heroes. Il volume, infatti, ritrae i beniamini dell’umanità nel fatidico momento del loro suicidio. Con un’ironia che ricorda vagamente quella dei coniglietti suicidi di Andy Riley, sono illustrati i fantasiosi metodi impiegati dai supereroi per mettere fine ai propri giorni, per un totale di 62 surreali gag.

10307370_776685625722422_1321260827051338782_n

Ce n’è per tutti i gusti, passando da Ant Man che si rivolge a una ditta di disinfestazione a Lanterna Verde che sfrutta a proprio vantaggio (si fa per dire) il suo bizzarro problema con il colore giallo. Non mancano i “rimedi drastici” poco dignitosi, come l’immersione di Aquaman a testa in giù nella tazza del water o la fatale pausa pranzo delle Tartarughe Ninja al ristorante cinese.

1901546_792559794135005_3504917566002053369_n

Il libro ha 80 pagine ed è stampato in quadricromia, formato 22×22; illustrato da vari artisti, vanta la collaborazione di Federico Burroni, ideatore delle famose (e geniali) strisce di Figures in Action. Chi non è riuscito ad acquistarlo a Lucca può trovarlo sullo shop online del collettivo Dr.Ink, al prezzo di 12 euro.

2 thoughts on ““SIGH!”: QUANDO I SUPEREROI DECIDONO DI FARLA FINITA (IN TUTTI I SENSI)

  1. Articolo interessante che stuzzica la curiosità.
    Ho visto che il tuo blog è aperto da poco, peccato che non ci siamo “scoperti ” prima potevi partecipare al nostro blog-rivista-associazione che manca al momento di una voce femminile.
    Cerco di seguirti e di condividere le cose che scrivi. In bocca al lupo

    • donnafumetto il said:

      Ciao Mario, grazie dei complimenti 😀 Sono contenta di avervi scoperti a mia volta, ogni
      giorno sto venendo a conoscenza di blog e siti che non conoscevo prima di
      intraprendere questo progetto. Ricambierò la cortesia, in bocca al lupo anche a voi!